Strumenti personali

Biblioteca Medica Centrale "Vincenzo Pinali"

This is just a brief note

Sezioni

Tu sei qui: Home / USA LA BIBLIOTECA / Pubblicare una tesi / Supporto al deposito

Supporto al deposito

Come scrivere un abstract

L’abstract della tesi di laurea è un brevissimo riassunto del lavoro che si è svolto.
Una pubblicazione o un articolo scientifico è sempre preceduto da un abstract che serve al lettore per capire quanto il lavoro in questione è interessante per i suoi scopi.
L’abstract riassume il percorso di realizzazione della tesi, dalla scelta dell’argomento, alla metodologia individuata, ai risultati conseguiti.
Un percorso simile sarà già stato svolto per l'introduzione, in cui si è giustificata la scelta del problema da studiare e il modo in cui lo avete fatto e nelle conclusioni, in cui si sono esposti i principali risultati raggiunti. Quindi può essere d'aiuto riportare frasi che avete scritto nel testo.
La cosa importante da considerare è che la forma da dare all’abstract della tesi sarà diversa da quella che avete dato all’introduzione. Lo scopo non è quello di incuriosire il lettore a continuare a leggere la tesi, bensì quello di dare un'immagine chiara ed onesta di quello che si troverà a leggere successivamente.
Quindi concisione e focus sui punti essenziali e alle caratteristiche particolari del lavoro, senza dilungarsi a descrivere il contesto teorico che sarà approfondito successivamente.
La lunghezza dell’abstract può variare ma generalmente si aggira intorno alle 150-200 parole.
In fine, per scrivere un buon abstract, è utile porsi dal punto di vista di chi sta facendo una ricerca bibliografica: tenterà di capire in poche righe il contenuto della ricerca scientifica che ha di fronte.

Tesi compilativa o sperimentale: definizione

La tesi compilativa presuppone un'ipotesi di lavoro e una disamina sistematica di quanto è stato detto da diversi autori su un determinato argomento. Questa disamina comporta un'attenta analisi ed una valutazione critica degli argomenti che supportano o meno l’ipotesi formulata nonchè una certa capacità di lettura critica e di argomentazione teorica.

La tesi sperimentale si basa su un piano di lavoro che, accanto ad una parte teorico-bibliografica, prevede una parte di indagine empirica. Nello studio sperimentale il ricercatore applica un intervento, collabora con altre figure professionali, raccoglie e analizza i dati. La tesi o parte di essa tende a dire qualcosa di diverso rispetto a quanto è già stato detto in testi precedenti o a porre un problema in un'ottica nuova.

ultima modifica 02/02/2016 10:49